Lo pneumatico

Rotondo per rotolare ed elastico per ammortizzare, il pneumatico è l’unico punto di contatto tra il veicolo ed il suolo. Questa sua funzione primaria viene assicurata da una struttura formata da materiali compositi tenuti insieme da un processo industriale molto complesso, che deve assemblare e vulcanizzare circa 200 materie prime diverse per fabbricare semilavorati, la cui proporzione nel caso di un pneumatico radiale per autovettura è all’incirca: gomma naturale e sintetica 48%, nerofumo 23%, acciaio 18%, fibra tessile 3%, prodotti chimici diversi 8%.

Si calcola che il contenuto energetico necessario per produrre un pneumatico autovettura avente un peso medio di 7 chilogrammi sia equivalente a circa 27 litri di petrolio, mentre quello di un pneumatico industriale del peso di 60/70 chilogrammi sia pari a circa 100 litri di petrolio. Questi sono i numeri di un pneumatico moderno, risultato di oltre centocinquanta anni di ricerca e prove sperimentali.
Alla base della produzione rimane comunque, l’ “Hevea brasiliensis”, nota anche come l’Albero della gomma, pianta appartenente alla famiglia delle Euphorbiaceae ed è il membro più importante del genere Hevea.

Back to top